Valsamoggia: una discarica a Castello di Serravalle?

Le liste civiche Cittadini IN Valsamoggia e Civicamente Samoggia a sostegno della candidatura a Sindaco di Luca Costa SI IMPEGNANO a contrastare il progetto scellerato di questa discarica, comunque vadano queste elezioni, da amministratori o da semplici Cittadini.

1925
LA VALLATA IN CUI DOVREBBE SORGERE LA DISCARICA DI RIFIUTI SPECIALI a Castello di Serravalle

(Riceviamo e pubblichiamo)

Valsamoggia trema: lo spettro dell’amianto a Castello?

Qualcuno si sarà chiesto come si possa conciliare una discarica per rifiuti speciali con un
programma politico che decanta la sostenibilità ambientale tramite “un’economia che funziona secondo i cicli della natura in cui non esiste più lo spreco e il rifiuto”.

Parliamo del programma dell’attuale amministrazione PD, in scadenza.
Sì, perché qualcuno dovrà spiegare come mai in Valsamoggia la pianificazione territoriale
contenga, dal 2013, una richiesta alla Provincia per la realizzazione di una discarica per rifiuti speciali non pericolosi nel territorio di Castello di Serravalle ( art. 7.16 delle norme del vigente piano regolatore ), al confine con Savignano sul Panaro.

Qualcuno dovrà anche spiegare perché sul territorio di Valsamoggia c’è una particolare “passione” per le discariche di rifiuti speciali, visto che a Bazzano, all’inizio degli anni 2000, in località Magazzino è stata autorizzata la discarica di centinaia di migliaia di metri cubi di rifiuti speciali da tutta Italia, all’interno di una ex cava a 20 metri di profondità dal piano di campagna, a contatto con la prima falda.

Oggi, con la discarica a Castello di Serravalle, si vuole andare oltre: la si vuole collocare in una zona collinare ambientalmente stupenda, vocata al turismo.

Una pianificazione certamente in contraddizione con chi scrive che Valsamoggia punta a “diventare un’eccellenza in campo ambientale” e che “la creazione di un’offerta di accoglienza turistica basata sulla caratterizzazione dei nostri territori come distretto sostenibile può consentirci di competere con territori dalla tradizione turistica più consolidata”. È quanto si legge nel programma elettorale dell’amministrazione uscente, PD, che oggi si ripropone per un nuovo mandato.

Fin qua nulla di cui stupirsi, in campagna elettorale di “cose strambe” ne scrivono e dicono in tanti. Il problema diventa serio se dopo le elezioni amministrative questo progetto di discarica dovesse diventare realtà.

Soprattutto alla luce del fatto che la Regione è alla ricerca di nuove discariche per lo stoccaggio di rifiuti contenenti amianto, come si evince dal ”Piano Amianto regionale – 2018(pag.72)” , considerato che una discarica come quella richiesta a Castello di Serravalle sarebbe “casualmente” idonea allo scopo.

Infatti, la normativa nazionale (D.M. 27/9/2010 allegato 2 e D.M. 24/06/2015) consente che i rifiuti contenenti amianto, nonostante siano pericolosi (l’amianto è cancerogeno certo per l’uomo, secondo lo IARC), possano essere conferiti in “discariche per rifiuti speciali non pericolosi”.

Il problema è reale, anche perché tutta la Regione conferisce oggi 5.000 tonnellate/annue di rifiuti di amianto in due discariche, a Castelmaggiore e Mirandola, che stanno arrivando a saturazione.

Tali quantità rappresentano però solo il 12% dell’amianto rimosso a livello regionale, mentre il rimanente viene conferito in Germania, le cui discariche sono anch’esse strapiene.
Certamente l’ipotesi di avere migliaia di camion all’anno che si arrampicano sulla collina
Castellettese e scaricano amianto e polveri su un crinale di montagna battuto dai venti, non è certo promozionale ed accogliente per il turista.

E nemmeno per i cittadini che vivono nei pressi o anche a molti chilometri, dato che le polveri di amianto volano e tanto!

Crediamo che Valsamoggia meriti un futuro diverso.

Le liste civiche Cittadini IN Valsamoggia e Civicamente Samoggia a sostegno della candidatura a Sindaco di Luca Costa SI IMPEGNANO a contrastare il progetto scellerato di questa discarica, comunque vadano queste elezioni, da amministratori o da semplici Cittadini!

Coerenza e amore per il nostro territorio, cittadini per i cittadini, Valsamoggia merita rispetto: No amianto.


Riceviamo e pubblichiamo ricordando a tutte le formazioni politiche che possono inviare comunicati a redazione@valsamoggi.it inerenti iniziative, eventi e notizie. ValsamOGGI consente a tutte le formazioni politiche locali di pubblicare informazioni sul blog.