Nuova Bazzanese: il 1° Aprile apre la variante alla SP 78 “Castelfranco Monteveglio”

Dal 1° aprile verrà chiusa la Nuova Pedemontana all’altezza della rotatoria con Muzza Spadetta e il nuovo innesto con la SP 78 Castelfranco-Monteveglio

1148
Nuova BAzzanese | 1 aprile 2019
foto da http://www.danieleruscigno.it/

Dal 1° aprile, per completare i lavori di raccordo fra il tratto di Pedemontana in fase di realizzazione e quella esistente in Provincia di Modena, verrà chiusa la Nuova Pedemontana all’altezza della rotatoria con le vie Muzza Spadetta, Monsignor Evaristo Pancaldi e il nuovo innesto con la S.P. n. 78 Castelfranco-Monteveglio. 

Via Castelfranco verrà inoltre chiusa definitivamente all’altezza dell’incrocio con via Ramenghi; le fermate degli autobus sul tratto di SP 78 chiusa al traffico saranno soppresse.

Via Magazzino verrà chiusa temporaneamente; nel centro abitato di Magazzino accede solo il traffico locale.

DA BAZZANO: deviazione sul nuovo innesto con la S.P. n. 78, quindi si prosegue su via Muzza Corona fino a Casale California, per poi svoltare al semaforo su via Martiri Artioli fino alla rotatoria con la S.P. 14 di Castelfranco in località Altolà. Si prosegue poi sulla S.P. 14, direzione Magazzino, per immettersi nuovamente in Pedemontana percorrendo via Confine fino alla rotatoria di ingresso.

DA VIGNOLA: uscita obbligatoria dalla Nuova Pedemontana all’altezza dello svincolo di Savignano sul Panaro, quindi si svolta nella prima uscita della rotatoria. Passare il cavalcavia, oltrepassare Magazzino e procedere sulla S.P. n. 14 fino alla rotatoria in località Altolà.

Imboccare via Martiri Artioli fino all’incrocio semaforizzato e svoltare a destra su via Muzza Corona fino al nuovo innesto della S.P. n.78 Castelfranco-Monteveglio, che si immette nella rotatoria esistente con la Nuova Pedemontana.
I tempi di chiusura della strada sono stimati in 20/25 giorni consecutivi (condizioni meteo permettendo).

L’Area servizi territoriali metropolitani dispone dalle ore 8 di lunedì 1 aprile fino al termine dei lavori:

  • l’istituzione di circolazione a rotatoria in corrispondenza della nuova rotatoria al km 1+300 della SP 78/II

  • l’obbligo di dare la precedenza per i veicoli che si immettono in rotatoria in corrispondenza della rotatoria Muzza Spadetta e della nuova rotatoria al km 1+300 della SP 78/II

  • l’istituzione del limite massimo di velocità a 30 km/h e divieto di sorpasso lungo tutto il tratto di nuova apertura, ivi compresi i bracci di immissione in rotatoria

  • la chiusura temporanea al traffico della SP 78/II dal km 1+500 al km 2+240 (fine strada) escluso residenti ed afferenti alle attività produttive